Cuba: Dio Patria Socialismo

16.00

Di Andrea Virga

Prefazione di Piotr Zygulski

298 pagine; ISBN: 978-88-85242-02-9

Presso il pubblico italiano, Cuba è sempre stata considerata in maniera quasi schizofrenica. Infatti, a fronte d’intensi legami storici, economici, umani tra i due Paesi, la conoscenza di questa nazione è sempre stata molto superficiale. Anche per questo motivo, la visione di Cuba è sempre stata ostaggio d’illusioni politiche contrapposte: tra una sinistra che l’ha esaltata acriticamente, mentre al contempo agiva in modo contrario ai comunisti cubani, e una destra che l’ha demonizzata altrettanto ingiustamente, rifiutando di comprenderne le ragioni. È invece necessario, e ancor di più per capire lo sviluppo della situazione in corso, specie nei difficili rapporti con gli Stati Uniti, adottare un punto di vista più equilibrato ma soprattutto fondato su una solida conoscenza dell’argomento. Riguardo a questa, non si può prescindere né dall’esperienza diretta di Cuba né tanto meno dallo studio della storia e della cultura di questo popolo, per evitare di scadere tanto in una pratica grossolana e senza riferimenti quanto in una teoresi sterile e lontana dalla realtà.

L’autore, Andrea Virga, ha dedicato alla storia cubana la sua tesi di dottorato e ha trascorso quasi un anno sull’isola per le sue ricerche. Questo volume, introdotto da una presentazione di Piotr Zygulski, consiste in una raccolta degli articoli e delle interviste pubblicati da Virga negli ultimi cinque anni. Sono stati tutti rivisti, corretti, arricchiti da alcuni scritti inediti, divisi per aree tematiche (Politica, Religione, Storia, Economia), e introdotti da un’ampia premessa, in cui l’Autore racconta il suo incontro con Cuba.