Essere e Rivoluzione. Ontologia heideggeriana e politica di liberazione

18.00

IN PREVENDITA

Essere e Rivoluzione vuole dare un’interpretazione autenticamente rivoluzionaria al pensiero di Martin Heidegger. Partendo dalle fondamenta concettuali del discorso di Heidegger, e trattandone la sua attualizzazione politica nel XX secolo, nel XXI secolo e nel mondo islamico, il testo si premura di specificare cosa dovrebbe essere realmente una rivoluzione, partendo dalle categorie del pensiero del filosofo tedesco. Il messaggio è rivolto a tutti i Popoli ma specialmente all’Europa: l’essere europeo sarà autentico solo quando, seguendo il senso etimologico della parola, non sarà falsificato e quando potrà operare nuovamente da sé, avendo ristabilito, con un atto della propria volontà, l’autorità su se stesso. Come affermò lo stesso Heidegger, anticipando una delle tematiche fondamentali della convivenza tra i Popoli e di un nuovo rapporto tra gli stessi fondato nell’autenticità e nella memoria: «La nostra volontà vuole che ogni popolo ritrovi e conservi la grandezza e la verità della sua destinazione. Questa volontà è la più grande garanzia della pace dei popoli, poiché si collega alla legge fondamentale del rispetto fra uomini e dell’onore incondizionato».

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, Daniele Perra ha conseguito nel 2015 il Diploma di Master in Middle Eastern Studies presso ASERI – Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con diverse riviste negli ambiti delle relazioni internazionali e della filosofia, specialmente in relazione al rapporto che intercorre tra geopolitica, geografia sacra e storia delle religioni. Negli ultimi anni si è dedicato all’approfondimento della filosofia heideggeriana ed all’applicazione di talune categorie ontologiche al pensiero geopolitico.

Categoria: Tag: