I ribelli. Memorie del Sessantotto all’Università Cattolica

18.00

AA.VV.

292 pagine; ISBN: 978-88-85242-09-8

Verso la fine degli anni ’60 la gioventù europea condivise un’esperienza politica di massa che passerà poi alla storia come il Sessantotto. Non solo la Francia vide le rivolte studentesche, le proteste sociali, le rivendicazioni politiche, ma anche l’Italia, in un arco temporale che modificò drasticamente l’autopercezione sociale delle nuove generazioni del Paese, portando con sé molti avanzamenti e altrettante contraddizioni. Epicentro dei fatti fu Milano, con il Movimento Studentesco, e tra i protagonisti vi sono i suoi padri fondatori presso l’Università Cattolica.

Questo volume è una raccolta di contributi elaborati da coloro che, fra il 1967 e il 1968, sono stati i protagonisti del Movimento Studentesco all’Università Cattolica di Milano. Le loro parole contribuiscono a formare un racconto a più voci sul Movimento Studentesco, che unisce aneddoti personali, ricostruzioni storiche, analisi del contesto e delle motivazioni fondamentali, mettendo in luce come i prodromi del Sessantotto milanese siano rintracciabili nella contestazione messa in atto dagli studenti cattolici alla fine del 1967. Tra le memorie degli autori si intravede il sogno di una nuova comunità sociale e politica che ha animato i giovani di quell’epoca.

I contributi sono affiancati da foto e documenti dell’epoca e, in appendice, due interviste raccontano la nascita del Collettivo Politico e del Collettivo Donne dell’Università Cattolica.

Il volume è curato da Sofia Sandreschi, laureata in filosofia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con tesi su Pier Paolo Pasolini, studiosa dei movimenti del ’68 e del ’77 in Italia e in Europa. Ha partecipato alle attività di Unità Lotta Democrazia, lo storico collettivo politico dell’Università.

Categoria: