Opposizione folk

18.00

Il libro di Alex Niven è insieme un’analisi e un manifesto. Scritto partendo dalla realtà inglese, finisce per parlare di tutto l’Occidente e degli scenari europei in particolare, e racconta un difficile rapporto – quello tra politica contemporanea e cultura popolare – che da tempo sembra essersi incrinato. Lo spirito del Popolo, in Inghilterra come nel resto dei Paesi a capitalismo avanzato, da un lato è ostaggio di una destra che ne fa mero prodotto di consumo, a volte letteralmente turistico o alimentare, dall’altro è abbandonato da una sinistra sempre più prona alle logiche di ristrette cerchie urbanizzate benestanti. In entrambi i casi, poi, viene “riscoperto” in maniera superficiale solo per mobilitare sacche di votanti delle campagne e delle periferie, che subito dopo i periodi clou dell’esercizio della democrazia rappresentativa vengono ciclicamente abbandonate.
Da qui però un’altra proposta, che ad oggi sembra essere il più concreto richiamo ad una dimensione politica radicale: riscoprire il popolo reale, con le sue tradizioni, costumi e miti, ma anche nelle sue esigenze fondamentali e nella sua dimensione ambientale e sociale. Solo da qui può ripartire una forza politica autenticamente trasformatrice.
Il volume si completa con una prefazione di Onofrio Romano ed una postfazione di Thomas Fazi, “La sinistra contro il Popolo”, che evidenziano i diversi punti di contatto con l’attualità italiana e gli insegnamenti che possiamo trarre dagli esempi di Niven.

«Il miglior modo di contrastare questo clima di negatività e di radicale isolamento, è attraverso una forma di socialismo che sia fondato sul potenziale straordinario dell’ordinario, del populistico, del comunitario, del quotidiano; un socialismo che derivi la propria identità dalla convinzione che siamo molto migliori in squadra di quanto non siamo come individui isolati.»

Alex Niven è uno studioso della politica e della letteratura, oltre che un musicista indipendente. Ha scritto diversi saggi ed ha collaborato a riviste come The New Left Review, The Guardian, The Indipendent. I suoi lavori si concentrano sul punto d’incontro tra cultura, arte e pratica politica.

Onofrio Romano è professore di Sociologia Generale presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Si occupa in particolare dei temi della partecipazione politica e della società nella postmodernità.

Thomas Fazi è saggista e giornalista. Si è occupato a più riprese di populismo, sovranità nazionale e trasformazione della sinistra, anche col suo celebre saggio “Sovranità o barbarie. Il ritorno della questione nazionale” (Meltemi 2018).